LABORATORIO DI ECONOMIA E MANAGEMENT DEI PATRIMONI CULTURALI - E-PAC

Dipartimento di appartenenza: 
Economia Aziendale
Responsabile: 
Carlo M. Travaglini (carlo.travaglini@uniroma3.it) con Rita d’Errico, Keti Lelo, Giuseppe Stemperini
Descrizione delle principali attività legate ai beni e alle attività culturali: 

Il Laboratorio ha come campo di interesse lo sviluppo di attività di ricerca e la promozione di attività formative sul patrimonio culturale declinato nella sua accezione più estesa e comprendente quindi - oltre a quanto previsto dal codice dei beni culturali - anche tutti quegli elementi che costituiscono fattori di identità culturale, di tipicità e di riconosciuta eccellenza di un paese e di un territorio, con particolare riferimento alle arti, alla moda, al design, al cibo. Il laboratorio opera sia a sostegno di attività formative universitarie, in particolare i master di II livello in Economia e Gestione dei Beni Culturali e in Management, promozione e innovazioni tecnologiche nella gestione dei beni culturali, sia promuovendo la ricerca scientifica nell’ambito della sperimentazione e applicazione delle tecniche informatiche per la conservazione, valorizzazione e fruizione di beni culturali. Una parte delle attività di ricerca, ormai consolidata, riguarda la creazione e fruizione di banche dati territoriali in grado di far dialogare i contesti territoriali odierni nelle loro varie forme di stratificazione storica, con informazioni ottenute attraverso la digitalizzazione e la catalogazione sistematica di materiale cartografico, documentario e iconografico storico. Il laboratorio rappresenta uno spazio di confronto multidisciplinare tra studiosi afferenti a vari settori scientifico-disciplinari, offrendo un “contenitore geografico” che consente l’analisi storica tematica e diacronica del territorio e del suo patrimonio culturale. Il sistema HGIS “Atlante storico di Roma Moderna e Contemporanea” supporta la diffusione della ricerca storica sul territorio,  che avviene anche attraverso la frequente promozione e organizzazione di attività scientifiche quali: convegni, workshop, mostre in Italia e all’estero, pubblicazioni.

Strumentazioni disponibili: 

Laboratorio Informatico (Scuola di Economia e Studi Aziendali). Il laboratorio è una struttura a supporto delle attività di didattica e ricerca. E' dotato complessivamente di 85 postazioni utente suddivise in due ambienti. Ha attualmente in esercizio due server hardware con diverse caratteristiche e prestazioni. Altre dotazioni hardware del laboratorio includono: un disco di rete NAS (Network Attached Storage) con funzionalità RAID dalla capacità di 4TB (4096Gb). Usato principalmente per il backup dei servizi e dei documenti. Stampante laser B/N dipartimentale Kyocera FS 9130DN. Altri apparati di rete forniti dall'Area Telecomunicazioni per la connettività verso la rete di Ateneo. I pc degli utenti sono equipaggiati con i seguenti software, utilizzati anche ai fini dell'attività di ricerca: Sistema operativo Windows XP Professional; Atlante Statistico dei Comuni; Costab e Farmod (per informazioni ulteriori v. sito World Bank; Viewer di documenti standard (Postscript, PDF...); ESRI Arcgis versione 10.2; GABI; Gretl (software Open Source per l'econometria, equivalente ad Eviews); Hugin Lite 5.7 (software per l'implementazione di reti Bayesiane); Microsoft Office 2003; Open Office Suite (software Open Source per office automation, equivalente a Microsoft Office); MIM (free software per modelli grafici); Minitab (software statistico); PHStat2 (libreria di funzioni statistiche per Microsoft Excel); R Project (ambiente Open Source di programmazione e librerie per la statistica); Matlab (ambiente commerciale di calcolo scientifico); Scilab (ambiente Open Source per il calcolo scientifico); Quadro C.2 - Risorse umane; SPSS; STATA; Mathematica (ambiente commerciale di calcolo scientifico e matematico); Altri software di utilità